Kaufmann forever

IMG_2751

 

Approfitto di questo quasi mese di vacanza di Kaufmann per tirare un respiro di sollievo e levarmi dal ripescaggio sistematico di tutte le vecchie interviste , i vecchi brandelli di opere ( del quale reverente catalogo neppure io sono stata esente) per parlare un po’ seriamente della fenomenologia di un “Divo”.

 

Non appartengo alla piccola schiera di fortunate che “lo scoprirono” fanciullo, quelle di cui la santa protrettrice è Marion Tung che sono state molto fortunate davvero di avere potutto godere tutta la straordinaria evoluzione della grande voce del secolo.

 

Ho un modesto decennio di partecipazione alla vicenda artistica del grande tenore e mi considero già una fidelizzata appagata.

Per questo mi permetto di fare alcune osservazioni circa il delirio recente di alcuni/e seguaci che lo hanno scoperto da poco e che , se da una parte ci annegano di Retrouvailles, dall’altro vanno in estasi anche per esibizioni più tranquillamente definibili di routine, anche se  non sempre di altissima qualità.

 

Pur nello sterminato repertorio del beneamato tenore ci sono dei ruoli cult  dai quali è ben difficile che si sottragga, visto anche le importanti pressioni che i teatri tutti ( e in particolare quelli della sua amata patria ) fanno per ottenerne anche una sola singola rappresentazione.

In questi casi preferisco serbare le memorie prodigiose dei suoi personaggi d’antan : il suo primo Cavaradossi , il suo primo don Josè restano dei capisaldi d’interpretazione dai quali mi è difficile uscire per andare magari a sentirlo ancora una volta in allestimenti così così e con partner non all’altezza.

 

Dove invece Kaufmann da ancora ( e probabilmente darà ancora per molto tempo) è nel suo sterminato e ineguagliabile repertorio liederistico.

In questi casi ho fatto e farò carte false per potere ancora risentire la sua incredibile voce cantare Mahler , Strauss, Wolf , Wagner …..e Britten e Listz…

 

Ovviamente sperando ancora nella sua sete di novità a cominciare da quella Die Toten Stadt per la quale già si vocifera la difficoltà di guadagnarsi uno strapuntino.

 

 

 

8 thoughts on “Kaufmann forever

  1. Anch’io lo conosco da circa 10 anni fa, mi è piaciuto molto, i suoi recital di lieder mi hanno sempre commosso nonostante la difficoltà della lingua, e i suoi ruoli lirici sono stati davvero eccellenti. Ma per il resto sono totalmente d’accordo con te, ultimamente ho qualcosa di più dentro di me che a volte mi causa un certo disagio ma tu mi permetterai di riservarmelo per me stessa. Un abbraccio ♥

  2. Conosco artisticamente il signor Kaufmann da poco più di Lei. Ho all’attivo una ventina di ascolti dal vivo. Sono sempre stata in disparte, infinitamente grata per aver potuto godere di una voce e di un interprete così rivoluzionario nel mondo dell’opera. Da imberbe figlio dei fiori magrino e pallido abbiamo assistito alla sua trasformazione in uomo adulto. Decadimento fisico è una locuzione che non si può sentire. È maturato, come mio marito. Brizzolato, qualche ruga, un po’ di pancetta e, possibilmente, barba. Una meraviglia! Ma vi rendete conto che Charlotte avrebbe l’età per renderlo nonno? E ringraziate Dio che non si tinge i capelli e non si fa di botulino. Diverrebbe un mostro.Lui ha sempre rifiutato l’etichetta di sex symbol e, vivaddio, rimane un affascinante maschio e tenore insuperabile.

    • Contenta che lei lo trovi così uguale a se stesso . Condivido il suo entusiasmo per la voce , per la simpatia e la grande arte . Io che gli dedico un blog e anche l‘ultimo libro lo seguo con affetto e creda , non ha bisogno di difensori !

      • Il Bavarese mi fulmino’ con la Fleur scaligera. Dieci anni in più contano ma “decadimento” mi rimandano ad un vecchio rimbambito, flaccido e bavoso. A Milano (2018)dalla settima fila onestamente mi sembro’in forma certo il frac aiuta. Lei che lo conosce molto meglio di noi può spiegare, se vuole, cosa intende per INFLUSSI? Qualche idea potrei averla. La saluto. Seguo con interesse i Suoi scritti sui quali sono sempre in accordo con Lei. Questo sul Bel Tenore mi ha sballata. (smile)

        • Ti faccio notare che „decadimento „ non l‘ho scritto io , ma è in commento del blog . Per quanto riguarda „ gli influssi „ permettimi l‘omissis …..nel mio piccolo ultimo libro manca la foto dell‘incontro londinese . Era di nuovo in gran spolvero , un po‘ meno nei video ingenerosi della Carmen di Amburgo . Lui fa come un palloncino : si gonfia e si sgonfia …

Rispondi

today football predictions from the experts today football predictions best football predictions and betting tips
Translate »
WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: